Settore del lavoro, strumento per "silenziare" i critici a Cuba, denunciare l'intelligenza artificiale

Il settore del lavoro a Cuba, dove il governo agisce come datore di lavoro di maggioranza, è usato come strumento di "repressione" per "silenziare" coloro che sono considerati i critici con le autorità, rivela Amnesty International (AI).

Messico, 16 novembre (EFE) .- Il settore del lavoro a Cuba, dove il governo esercita la maggior parte del datore di lavoro, è usato come strumento di "repressione" per "mettere a tacere" coloro che Sono considerati critici delle autorità, rivela Amnesty International (AI).

Il rapporto, pubblicato oggi sotto il titolo "In a mental prison", raccoglie casi di cubani "espulsi, licenziati in modo discriminatorio o improprio "dai loro lavori statali" per esprimere un'opinione ", dice Efe Louise Tillotson, ricercatrice sull'isola di AI.

Come Cuba è l'unico paese dell'intera regione in cui ad Amnesty non è permesso fare visite, l'organizzazione ha fatto la sua ricerca attraverso oltre 60 interviste approfondite con i migranti Cubani al confine settentrionale e meridionale del Messico.

Gli intervistati, di età compresa tra i 19 ei 65 anni, coprono una "vasta gamma" di professioni, tra cui insegnanti, accademici, atleti e camerieri.

Il ricercatore commenta che uno dei punti salienti del rapporto è che coloro che subiscono "molestie" non sono necessariamente quelli che "ovviamente" sono avversari del governo ", ma colpisce coloro che portano avanti una critica molto più" sottile ".

Per esempio, c'è il caso di un ingegnere licenziato per aver indossato un braccialetto con la parola "cambiamento", un assistente sociale che si è lamentato della mancanza di risorse ed è stato espulso o un cameriere che è stato rimproverato per non aver partecipato alla marcia del Giorno del Lavoro.

Per giustificare se stesso, il governo afferma semplicemente che i lavoratori non sono più "affidabili", secondo le testimonianze. ideologicamente queste persone non sono più accettabili ", dice l'attivista.

Se una persona viene licenziata in queste circostanze, è praticamente impossibile trovare un altro lavoro nel Settore statale. controllo esecutivo "che è in linea con i precedenti rapporti di Amnesty per la mancanza di" indipendenza "della magistratura, sostiene Tillotson.

In aggiunta, la Central de Trabajadores di Cuba (CTC), l'unico sindacato ufficialmente riconosciuto, non li sostiene, e sindacati indipendenti "continuano a subire vessazioni, intimidazioni e criminalizzazioni", afferma report.

Poco più del 70% dei posti di lavoro sull'isola è coperto dal settore pubblico. "cuentapropista".

Alcuni dei soggetti espulsi dal settore pubblico hanno cercato di aprire una piccola impresa come "cuentapropistas", dice il ricercatore, ma "è un settore emergente e fondamentalmente è molto regolato dalle autorità ", quindi il controllo è ancora" abbastanza forte ".

Non trovando un lavoro in nessuna delle due aree" in molti casi è un elemento importante per la partenza delle persone "dal paese, perché" non hanno un modo di sostenere i loro parenti ".

A questo si aggiunge che i salari in generale sono bassi, una media di 27 Dollari al mese- e talvolta insufficiente a soddisfare i bisogni primari.

Secondo l'attivista, circa la metà dei migranti cubani partecipato alla stesura del rapporto ha riconosciuto che una volta prima ha tentato di lasciare l'isola senza successo.

La relazione afferma che gli ultimi anni sono stati un periodo "agrodolce" per "coloro che credono che le autorità addolciranno la loro politica del pugno di ferro con cui opprimono il diritto delle persone alla libertà di espressione e di riunione" Cuba.

Tillotson ricorda che ci sono stati progressi come il via libera per la visita del Comitato internazionale della Croce Rossa o del relatore speciale delle Nazioni Unite sulla tratta di persone. persone.

"Per molti, questo ha dato la speranza che (Cuba) iniziasse ad aprirsi a un più ampio scrutinio internazionale", anche se, d'altro canto, nella visita dell'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, l'anno scorso sull'isola, il presidente cubano Raúl Castro "ha continuato a negare la presenza di prigionieri politici a Cuba."

Amnesty chiede al governo cubano di fermare "leggi e pratiche reati penali incompatibili con i diritti umani e gli standard internazionali "e che" cessano di esercitare il potere che hanno sul settore del lavoro ", dice il ricercatore.

Nelle sue raccomandazioni, l'organizzazione chiede inoltre che i lavoratori non siano obbligati a partecipare ad attività filogovernative, né essere puniti per non averli coinvolti, e che il registrazione di sindacati indipendenti.

Invita inoltre il Congresso degli Stati Uniti a revocare l'embargo economico sull'isola, "che mina i diritti economici, sociali e culturali" dei suoi abitanti.

EUR/USD

EURUSD=X

1.1747 0,00 -0,24%
USD/CHF

CHF=X

0.9581 0,00 -0,09%
GBP/USD

GBPUSD=X

1.3067 -0,02 -1,54%
USD/JPY

JPY=X

112.5670 +0,09 +0,08%
USD/CNH

CNH=X

6.8451 +0,01 +0,15%
USD/CAD

CAD=X

1.2912 +0,00 +0,06%
IBEX 35

^IBEX

9590.40 +6,70 +0,07%
IBEX MEDIUM..

INDC.MC

15377.30 -38,40 -0,25%
IBEX SMALL ..

INDS.MC

7490.80 +5,90 +0,08%
IBEX TOP DI..

INDD.MC

3047.90 +1,80 +0,06%
FTSE LATIBE..

INDB.MC

1249.20 +9,20 +0,74%
FTSE LATIBE..

INDL.MC

8444.10 +226,10 +2,75%
Abertis Inf..

ABE.MC

18.36 +0,00 +0,00%
Actividades..

ACS.MC

37.83 +1,03 +2,80%
Acerinox, S..

ACX.MC

12.24 -0,03 -0,24%
AENA, S.A.

AENA.MC

150.45 +4,75 +3,26%
Amadeus IT ..

AMS.MC

78.26 +0,46 +0,59%
Acciona, S...

ANA.MC

75.86 -0,12 -0,16%
Financial S..

XLF

28.74 -0,11 -0,39%
VanEck Vect..

GDX

18.78 -0,15 -0,79%
SPDR S&P 50..

SPY

291.99 -0,22 -0,07%
Vanguard FT..

VWO

41.80 +0,17 +0,41%
Direxion Da..

TZA

8.24 +0,12 +1,48%
Utilities S..

XLU

53.06 +0,22 +0,43%