Il Brasile lancia una riforma del lavoro odiata dai sindacati e celebrata dalle aziende

Quattro mesi dopo la sua approvazione, la riforma del lavoro brasiliano è entrata in vigore oggi tra le proteste dei lavoratori, che dicono di aver perso i loro diritti e le commemorazioni del i datori di lavoro, che lo considerano un nuovo quadro che aumenta la competitività e riduce la disoccupazione.

Rio de Janeiro, 11 nov. (EFE) .- Quattro mesi dopo la sua approvazione, la riforma del lavoro brasiliano è entrata in vigore oggi in mezzo di proteste da parte dei lavoratori, che dicono di aver perso i diritti e le commemorazioni dei datori di lavoro, che considerano un nuovo quadro che aumenterà la competitività e ridurre la disoccupazione.

opposte dai sindacati da quando è stata presentata lo scorso anno dal governo del presidente Michel Temer come strumento per modernizzare la legislazione del lavoro del 1943 e facilitare l'assunzione, la riforma era già un motivo per due gli scioperi nazionali e motivano ancora le proteste. Per il governo, grazie a flessibilizzazioni che agevoleranno l'assunzione, il Brasile potrà iniziare a combattere la disoccupazione, che affligge quasi di 13 milioni di persone, e promuovere il recupero di un'economia che ha sofferto nel 2015 e 2016, con un calo del PIL del 3,5% e del 3,6%, la peggiore recessione degli ultimi decenni.

Le nuove regole danno priorità, anche per sopra la legge, agli accordi che i sindacati possono raggiungere con le società in materie come la divisione delle vacanze, la flessibilizzazione del giorno lavorativo, gli intervalli per il pranzo, i salari e la sostituzione degli straordinari. Inoltre regola nuove forme di assunzione, come ad esempio il lavoro intermittente (per giorni o ore), il lavoro da casa e il lavoro in outsourcing, che consente alle aziende di ridurre i loro costi di manodopera e di disporre di lavoratori per ulteriori attività, senza doverle includere nel libro paga.

"La riforma approvata e sanzionato lo scorso luglio, ritiri i diritti conquistati dalla classe operaia brasiliana per sette decenni, dal 1943, quando fu approvata la prima edizione della legislazione ", ha dichiarato il CUT in una dichiarazione pubblicata oggi sul suo sito.

Il centro sindacale critica principalmente la banca di ore che il lavoratore può negoziare individualmente con l'azienda a compensare gli straordinari, dal momento che il lavoratore negozia senza il sostegno dei sindacati; lavoro senza pagare alcuna garanzia di lavoro.

Il presidente della CUT, Vagner Freitas, ha detto in difesa del 81% dei lavoratori brasiliani che dice respingono la riforma del sondaggi, i sindacati organizzano nuovi scioperi per cercare di invertire i diritti perduti.

"Difenderemo la nostra parte, che è la classe operaia. Non v'è alcun possibilità di conciliazione con il partito che ha finanziato il colpo di stato (come si riferisce al processo politico che ha respinto il presidente socialista Dilma Rousseff e lo ha sostituito con il conservatore Paura) per porre fine ai nostri diritti. i grandi centri sindacali hanno avvertito che la riforma è entrata in vigore senza le "compensazioni" promesse dal governo e sono solo commemorate dal lato dei datori di lavoro.

La aparente La competitività che le aziende brasiliane avranno con la possibilità di ridurre i loro costi di lavoro è già stata oggetto di discussioni in Argentina, i cui imprenditori stanno premendo per cambiamenti simili per non essere svantaggiati nella lotta per gli investimenti stranieri con il Brasile.

I datori di lavoro dicono ancora stanno analizzando come possono trarre vantaggio dalle nuove forme di contrattazione per aumentare la propria produzione senza generare costi del lavoro, ma ricorda già la flessibilità offerta dalla riforma.

Per la Confederazione Nazionale dell'Industria (CNI), la I datori di lavoro che si sono maggiormente mobilitati a favore della riforma, la sua entrata in vigore rappresenta "la svolta desiderata nella costruzione di moderni rapporti di lavoro e allineata all'economia del secolo XXI "

" Dopo più di sette decenni, la legislazione del Brasile, infine, abbinato a quello di altri paesi che hanno leggi sicure ma flessibili del lavoro", ha commemorato questo Sabato

Il Presidente della Federazione delle Industrie dello Stato di San Paolo (FIESP), Paulo Skaff, la modernizzazione delle leggi genererà milioni di nuovi posti di lavoro, quindi è una vittoria per tutta la società e non solo per gli imprenditori.

EUR/USD

EURUSD=X

1.1747 0,00 -0,24%
USD/CHF

CHF=X

0.9581 0,00 -0,09%
GBP/USD

GBPUSD=X

1.3067 -0,02 -1,54%
USD/JPY

JPY=X

112.5670 +0,09 +0,08%
USD/CNH

CNH=X

6.8451 +0,01 +0,15%
USD/CAD

CAD=X

1.2912 +0,00 +0,06%
IBEX 35

^IBEX

9590.40 +6,70 +0,07%
IBEX MEDIUM..

INDC.MC

15377.30 -38,40 -0,25%
IBEX SMALL ..

INDS.MC

7490.80 +5,90 +0,08%
IBEX TOP DI..

INDD.MC

3047.90 +1,80 +0,06%
FTSE LATIBE..

INDB.MC

1249.20 +9,20 +0,74%
FTSE LATIBE..

INDL.MC

8444.10 +226,10 +2,75%
Abertis Inf..

ABE.MC

18.36 +0,00 +0,00%
Actividades..

ACS.MC

37.83 +1,03 +2,80%
Acerinox, S..

ACX.MC

12.24 -0,03 -0,24%
AENA, S.A.

AENA.MC

150.45 +4,75 +3,26%
Amadeus IT ..

AMS.MC

78.26 +0,46 +0,59%
Acciona, S...

ANA.MC

75.86 -0,12 -0,16%
Financial S..

XLF

28.74 -0,11 -0,39%
VanEck Vect..

GDX

18.78 -0,15 -0,79%
SPDR S&P 50..

SPY

291.99 -0,22 -0,07%
Vanguard FT..

VWO

41.80 +0,17 +0,41%
Direxion Da..

TZA

8.24 +0,12 +1,48%
Utilities S..

XLU

53.06 +0,22 +0,43%