Il 60% delle imprese si è chiuso in Venezuela negli ultimi cinque anni

Il Consiglio nazionale del commercio e dei servizi del Venezuela (Consecomercio) ha dichiarato oggi che il 60% delle imprese si è chiuso in questo paese negli ultimi cinque anni a causa di gravi crisi economica sta attraversando.

Caracas, 8 novembre (EFE) .- Il Consiglio Nazionale del Commercio e dei Servizi del Venezuela (Consecomercio) ha detto oggi che il 60% delle imprese hanno chiuso in questo paese negli ultimi cinque anni a causa della grave crisi economica che sta attraversando.

"Il 60% delle imprese. Di ogni 10 negozi aperti cinque anni fa, solo quattro santamarias (porte) aperte ", ha detto il presidente di Consecomercio, María Carolina Uzcátegui, dopo aver notato che i mercanti non vendono abbastanza per pagare i loro stipendi. i lavoratori.

Parlando ai giornalisti, ha affermato che quest'anno è stato "complicato" perché le proteste che si sono svolte tra aprile e luglio hanno colpito i negozi e perché Inoltre, "negli ultimi tre anni" c'è stata "una caduta continua del prodotto interno lordo che supera solo il 25% del settore del commercio".

"Siamo in una situazione davvero la critica, ma non solo per la mancanza di prodotti (...) ma anche la cosa più grave che abbiamo attualmente è la questione del potere d'acquisto del venezuelano ", ha proseguito, aggiungendo che la la prognosi per il prossimo anno è "ben nera". Il rappresentante dei commercianti venezuelani ha anche detto che non hanno acquisito valuta estera per due mesi attraverso il sistema di asta della Banca Centrale nel contesto del controllo di scambio, motivo per cui hanno dovuto ricorrere al mercato illegale parallelo.

"Oggi tutte le importazioni" vengono effettuate "in un dollaro parallelo. Questo porta a (...) che i prezzi dinamica che è nel mercato nero valgono anche per la dinamica dei prezzi che hanno stabilimenti nei loro prodotti e servizi ", ha detto.

il presente paese caraibico presenta / mostra una profonda crisi che il governo venezuelano attribuisce a una presunta "guerra economica" che gli assicura che applicano l'opposizione, gli Stati Uniti e le società privati. Nel quadro di questa crisi che si è aggravata con il calo dei prezzi del petrolio nel 2014, il Venezuela sta attraversando una grave carenza di alimenti e medicinali di base che gli uomini d'affari e I commercianti dicono che è a causa del calo della produzione interna e l'accesso limitato alle valute estere.

Lo stato del Venezuela ha il monopolio sulla vendita di valuta estera, che concede aziende e individui attraverso un sistema di aste.