popolare:

Di fronte alla carestia in Siria, prodotto nazionale

Il prodotto nazionale è quello che abbonda di più nei mercati siriani, sia nei centri commerciali delle zone più ricche che nei souk popolari, per contrastare le sanzioni imposto a questo paese e alla carestia dopo oltre sei anni di guerra.

Damasco, 18 nov (EFE) .- Il prodotto nazionale è più abbondante nei mercati siriani, aree sia nei centri commerciali più ricchi come i souk popolari, per contrastare le sanzioni economiche imposte a questo paese e la carestia dopo oltre sei anni di guerra.

A mezzogiorno, ci sono pochi clienti nel centro commerciale Damasquino, situato nel distretto di alta classe di Kafr Susa, a Damasco, anche se i mercanti assicurano che nel tardo pomeriggio il posto sarà pieno di acquirenti.

I gioielli e i negozi di oggetti di lusso si mescolano con mense e ristoranti, che in questo momento della giornata sono traboccanti.

Il direttore degli investimenti di Damasquino, Nuredín al Qayem, riceve Efe nel suo ufficio dell'ultimo piano dell'impressionante edificio.

Dopo anni di calo dei consumi, "nel 2017 abbiamo visto un miglioramento nei mercati perché il governo ha lavorato nel riabilitazione delle aree industriali di Aleppo e Damasco, che ha aiutato il prodotto siriano a raggiungere i cittadini ", dice Al Qayem.

Il direttore degli investimenti osserva che il La priorità delle autorità è stata quella di aumentare le fabbriche nel territorio per aumentare la produzione nazionale, "più adatto alla tasca siriana".

Tuttavia, sottolinea che possono anche trovare le importazioni ma in una piccola percentuale.

Secondo le proprie previsioni, "i produttori e gli operatori economici guardano al 2018 come l'anno della grande esplosione commerciale. "

Al Qayem ricorda che dall'inizio della guerra il consumo è stato fluttuante.

" Tra il 2011 e il 2013, c'è stata una diminuzione del movimento nei mercati siriani Per quanto riguarda i clienti a causa degli eventi nel paese, dice. data ", iniziò la ripresa con le operazioni dell'esercito che liberarono le aree vicino alla capitale dalle mani dei terroristi, che ha calmato i cittadini, che ha reso il consumo ", dice Al Qayem.

Il progresso delle Forze Armate siriane e l'assenza di ostilità nelle aree ripreso ha fatto negli ultimi anni la vendita di beni ha recuperato, secondo l'opinione del manager di Damasquino.

Secondo gli ultimi dati ufficiali dell'Ufficio centrale di statistica siriano, l'inflazione ha raggiunto il 43,2% in 2015.

Al Qayem sottolinea che la scarsità interessa la maggior parte dei prodotti in generale e che "i commercianti l'hanno contrastato con beni di minore qualità, ma adeguati al mercato e la capacità di spesa del cittadino siriano "

In una delle sale del Damasquino, Hayat, 18, passeggiate con i suoi amici.

" Siamo venuti per dare un commerciale e magari andare in un ristorante "dice questo giovane uomo che riconosce che" tutto è un po 'più costoso qui che in mercati popolari. "

Tuttavia, non esclude l'acquisto di un borsa se ne trovi una che ti piace.

In un altro angolo di Damasco, lontano dal distretto di Kafr Susa, i pedoni cercano di sfondare le bancarelle del famoso mercato di Al Sheikh Saad.

Qui, in mezzo alla strada, si può trovare di tutto, dal cibo ai vestiti e apparecchiature elettroniche, ma per meno del prezzo di centri commerciali.

Il rombo del traffico inonda ogni parte di Al Sheikh Saad.

Laggiù, cammina con la moglie Mustafa, una ex dipendente in pensione e ex dipendente, che si lamenta di aver a malapena raggiunto un accordo con sua moglie. pensione, di cui non vuole rivelare l'ammontare, anche se i suoi due figli lo aiutano.

"I prezzi sono alti in generale, ma se guardiamo al tempo in cui viviamo oa quello che sta accadendo (nel paese ) È normale per un aumento dei prezzi ", dice.

Per Mustafa, i prezzi restano alti, ma sono stati gradualmente diminuendo nel corso degli ultimi due anni.

I rimpianti in pensione che la scarsità è dovuta alle sanzioni economiche contro la Siria, che l'ONU, l'UE e gli Stati Uniti hanno presentato per anni contro individui e aziende nel paese arabo.

commenti 4

?
Non ci sono commenti per questo articolo ancora!
EUR/USD

EURUSD=X

1.1747 -0,00 -0,24%
USD/CHF

CHF=X

0.9581 -0,00 -0,09%
GBP/USD

GBPUSD=X

1.3067 -0,02 -1,54%
USD/JPY

JPY=X

112.5670 +0,09 +0,08%
USD/CNH

CNH=X

6.8451 +0,01 +0,15%
USD/CAD

CAD=X

1.2912 +0,00 +0,06%
IBEX 35

^IBEX

9590.40 +6,70 +0,07%
IBEX MEDIUM..

INDC.MC

15377.30 -38,40 -0,25%
IBEX SMALL ..

INDS.MC

7490.80 +5,90 +0,08%
IBEX TOP DI..

INDD.MC

3047.90 +1,80 +0,06%
FTSE LATIBE..

INDB.MC

1249.20 +9,20 +0,74%
FTSE LATIBE..

INDL.MC

8444.10 +226,10 +2,75%
Abertis Inf..

ABE.MC

18.36 +0,00 +0,00%
Actividades..

ACS.MC

37.83 +1,03 +2,80%
Acerinox, S..

ACX.MC

12.24 -0,03 -0,24%
AENA, S.A.

AENA.MC

150.45 +4,75 +3,26%
Amadeus IT ..

AMS.MC

78.26 +0,46 +0,59%
Acciona, S...

ANA.MC

75.86 -0,12 -0,16%
Financial S..

XLF

28.74 -0,11 -0,39%
VanEck Vect..

GDX

18.78 -0,15 -0,79%
SPDR S&P 50..

SPY

291.99 -0,22 -0,07%
Vanguard FT..

VWO

41.80 +0,17 +0,41%
Direxion Da..

TZA

8.24 +0,12 +1,48%
Utilities S..

XLU

53.06 +0,22 +0,43%
I cookie ci aiutano i nostri servizi.
il ripristino della password