popolare:

Bruxelles chiede ai paesi di aumentare gli investimenti e aumentare i salari

La Commissione europea (CE) ha esortato oggi gli Stati membri dell'Unione europea (UE) a realizzare riforme strutturali per aumentare gli investimenti e aumentare la crescita di salari reali per sostenere la domanda interna, senza trascurare le politiche fiscali "responsabili".

Bruxelles, 22 novembre (EFE) - La Commissione europea (CE) ha esortato oggi gli Stati membri dell'Unione europea (UE) a realizzare riforme strutturali che consentano di aumentare gli investimenti e aumentare la crescita dei salari reali per sostenere la domanda interna, senza trascurare le politiche fiscali "responsabili".

Con queste proposte, Bruxelles ha urgente bisogno di trovare il equilibrio tra sostegno all'espansione economica e sostenibilità delle finanze pubbliche, in particolare riducendo gli elevati livelli di debito.

Raccomandazioni fanno parte del cosiddetto "pacchetto autunnale del semestre europeo", che contiene le valutazioni dei bilanci dei paesi della zona euro per il 2018, ad eccezione della Grecia, e orientamenti per le politiche economiche dei paesi della moneta unica e dei Ventotto.

L'esecutivo dell'UE sottolinea la crescita economica e il miglioramento del mercato ma sottolinea che i salari aumentano "lentamente" e che ora la priorità è assicurare che "il forte slancio di crescita" sia mantenuto e "benefici tutti i membri del nostro società. "

Pertanto, esorta a promuovere gli investimenti come mezzo per sostenere l'espansione e aumentare la produttività e la crescita a lungo termine, oltre a insistere sulla la necessità di riforme strutturali per rendere l'economia europea "più stabile, inclusiva, produttiva e resiliente".

"Le politiche fiscali dovrebbero trovare un equilibrio appropriato tra assicurare la sostenibilità delle finanze pubbliche e sostenere l'espansione economica. priorità ", ha dichiarato Bruxelles in una dichiarazione.

Per la zona euro in particolare, la Commissione europea chiede anche riforme volte ad aumentare la produttività, a migliorare l'ambiente istituzionali e commerciali, facilitare gli investimenti, sostenere la creazione di posti di lavoro di qualità e ridurre le disuguaglianze.

"L'economia della zona euro sta crescendo al suo ritmo più veloce in dieci anni e il loro deficit medio scenderà al di sotto dell'1% del PIL il prossimo anno dal 6% nel 2010. Tuttavia, diversi Stati membri continuano a sopportare alti livelli di debito pubblico, che limitano la loro capacità di investire nel futuro ", ha dichiarato il commissario per gli affari economici, Pierre Moscovici.

Pertanto, l'esecutivo comunitario propone ai paesi con un deficit o un alto il debito estero aumenta la produttività, mentre quelli con eccedenze sono invitati a promuovere la crescita dei salari e ad aumentare gli investimenti e la domanda interna.

Dopo il rivelazione dei "ruoli del paradiso", sulle attività delle personalità pubbliche nei territori opachi, Bruxelles invita i paesi dell'area dell'euro, anche, a combattere il pianificazione fiscale "aggressiva", che evita di pagare le tasse.

Inoltre, la CE esorta i paesi a ridurre i livelli dei crediti non produttivi, nonché a completare il mercato unico, Unione economica e monetaria e unione bancaria, compreso il sistema europeo di garanzia dei depositi e l'entrata in funzione del firewall del Fondo di risoluzione unico (FUR).

Dopo l'anno scorso proponendo uno stimolo fiscale di 50.000 milioni di euro, un primo passo verso una politica espansiva nel 2017 Bruxelles, opta per una posizione di bilancio neutrale.

Per quanto riguarda i piani di bilancio dei partner dell'euro, la Commissione teme che Belgio, Italia, Austria, Portogallo e Slovenia non raggiungano gli obiettivi di disavanzo concordati con Bruxelles per il 2018.

Inoltre, per il Belgio e l'Italia si prevede anche una violazione degli obiettivi di riduzione del debito.

L'alto debito pubblico italiano è particolarmente preoccupante alla Commissione, nella misura in cui il Vicepresidente dell'esecutivo comunitario, Valdis Dombrovskis, e il Commissario Moscovici hanno inviato una lettera alle autorità del paese affinché notifichino le loro intenzione di rivedere l'adempimento degli obiettivi del debito la prossima primavera.

Come l'Esecutivo dell'UE ha raccomandato oggi di chiudere la procedura a causa di un disavanzo eccessivo per il Regno Uniti, solo Francia e Spagna sono in tale processo.

Anche se si prevede che la Francia metterà il suo disavanzo al di sotto del 3% e abbandonerà questa procedura dopo il 2018, la CE indica che non potrebbe rispettare gli impegni assunti nell'ambito del Patto di stabilità e crescita l'anno prossimo.

Per quanto riguarda la Spagna, si aspetta che riduca il suo disavanzo al di sotto del 3% nel 2018, sebbene avverta che non raggiungerà l'obiettivo concordato di portarlo al 2,2%.

EUR/USD

EURUSD=X

1.1747 -0,00 -0,24%
USD/CHF

CHF=X

0.9581 -0,00 -0,09%
GBP/USD

GBPUSD=X

1.3067 -0,02 -1,54%
USD/JPY

JPY=X

112.5670 +0,09 +0,08%
USD/CNH

CNH=X

6.8451 +0,01 +0,15%
USD/CAD

CAD=X

1.2912 +0,00 +0,06%
IBEX 35

^IBEX

9590.40 +6,70 +0,07%
IBEX MEDIUM..

INDC.MC

15377.30 -38,40 -0,25%
IBEX SMALL ..

INDS.MC

7490.80 +5,90 +0,08%
IBEX TOP DI..

INDD.MC

3047.90 +1,80 +0,06%
FTSE LATIBE..

INDB.MC

1249.20 +9,20 +0,74%
FTSE LATIBE..

INDL.MC

8444.10 +226,10 +2,75%
Abertis Inf..

ABE.MC

18.36 +0,00 +0,00%
Actividades..

ACS.MC

37.83 +1,03 +2,80%
Acerinox, S..

ACX.MC

12.24 -0,03 -0,24%
AENA, S.A.

AENA.MC

150.45 +4,75 +3,26%
Amadeus IT ..

AMS.MC

78.26 +0,46 +0,59%
Acciona, S...

ANA.MC

75.86 -0,12 -0,16%
Financial S..

XLF

28.74 -0,11 -0,39%
VanEck Vect..

GDX

18.78 -0,15 -0,79%
SPDR S&P 50..

SPY

291.99 -0,22 -0,07%
Vanguard FT..

VWO

41.80 +0,17 +0,41%
Direxion Da..

TZA

8.24 +0,12 +1,48%
Utilities S..

XLU

53.06 +0,22 +0,43%
I cookie ci aiutano i nostri servizi.
il ripristino della password